Campi di volontariato, con la primavera ripartono le attività


A Pasqua riprende la stagione dei campi di volontariato di Legambiente con due proposte per sperimentare il piacere della partecipazione a contatto con la natura

Il golfo di Policastro e il cuore dell'Appennino toscano: sono le mete che aprono in primavera, nella settimana di Pasqua, la stagione dei campi di volontariato di Legambiente. Un'occasione per staccare dalla routine e immergersi nella natura in pieno risveglio, goderci i profumi e i colori più intensi, partecipare a un progetto di valorizzazione e tutela del territorio e della biodiversità in luoghi di straordinaria bellezza. 


Ecco le attività proposte da Legambiente per Pasqua: 

Sapri, golfo di Policastro, dal 13 al 18 aprile: manutenzione di un antica mulattiera che fino all'inizio del secolo scorso rappresentava l'unica via costiera che univa Sapri a Maratea. Studio delle caratteristiche naturalistiche e della biodiversità del territori che fanno parte del Parco nazionale del Cilento e vallo di Diano. Il paesaggio è mozzafiato. 

Rifugio Cascina le Cave, Riserva Naturale dell’ Acquerino-Cantagallo (PO) dal 13 al 17 aprile : lavori di manutenzione del rifugio. Gestito da Legambiente, il rifugio ogni estate ospita studenti grandi e piccoli che qui vengono per scoprire i segreti del bosco e le leggende legate a questo territorio nel cuore dell’Appennino toscano. Vivere qualche giorno nel rifugio, raggiungibile solo a piedi dal paesino di Cantagallo, sarà un'esperienza unica. 

Un campo di volontariato è una bella esperienza da cui attingere tutto il valore della partecipazione: costruire, con gli altri, un futuro migliore e più sostenibile per il nostro Paese.

Info e prenotazioni 

 

 

Pubblicato il30 gennaio 2017