Taking care - Periferie in azione. Primo progetto di crowdfunding civico per agire nelle periferie italiane


Ambiente, legalità, salute, socialità, cultura. Dai il tuo contributo per la rinascita delle periferie

Dalla proposta presentata al Padiglione Italia alla 15esima Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia nasce il primo progetto di crowdfunding civico per agire nelle periferie italiane: Taking Care-Periferie in azione.
Cinque associazioni collaborano con determinazione con un obiettivo comune: realizzare 5 unità mobili d’intervento in zone periferiche per veicolare e accrescere i principi di cultura, sanità, ambiente, legalità e socialità.
La campagna è partita il 25 maggio su una piattaforma ad hoc, www.periferieinazione.it e durerà per i sei mesi di esposizione. 

Il progetto

 

U.M.A. Unità Mobile di Monitoraggio è il progetto dedicato a Legambiente e studiato per permettere all’associazione di unire due azioni storiche, il monitoraggio scientifico e il confronto con i cittadini per trovare le soluzioni più idonee alla riqualificazione delle periferie. Saranno infatti i dati tecnico/scientifici su aria, acqua, suolo, energia, elettromagnetismo, mobilità analizzati insieme ai cittadini di quelle aree a dire quali azioni intraprendere, quali criticità e quali soluzioni adottare per migliorare la qualità di vita dei cittadini. Vorremmo poter realizzare questa unità mobile e renderla operativa per dare un aiuto concreto alle periferie italiane e come ausilio dei nostri programmi di riqualificazione. Da sempre Legambiente misura la qualità ambientale dei centri urbani, delle acque e del territorio, anche come strumento per migliorare la qualità di vita dei cittadini, con particolare riferimento alle fasce giovanili. Non solo attraverso vere e proprie campagne scientifiche di monitoraggio dell’inquinamento delle diverse matrici ambientali (qualità delle acque e dell’aria) grazie a campagne storiche come Goletta Verde e Treno Verde, ma anche attraverso campagne di riqualificazione, recupero e riutilizzo di aree compromesse o in stato di abbandono come SalvaItalia. Il nuovo laboratorio mobile, che sarà realizzato dalla Cooperativa ARCò, sarà uno strumento in grado di rilevare le criticità ambientali presenti nei territori, monitorando diversi parametri ambientali e relativi alla qualità della vita nelle città, mostrare a cittadini e famiglie la qualità dell’ambiente in cui vivono, come questa sia influenzata dagli stili di vita delle persone, oltre a mostrare come queste criticità possano essere superate. Grazie al dispositivo mobile verranno create campagne di monitoraggio e di informazione itineranti, rivolte alla cittadinanza e alle istituzioni con il compito di stimolare la nascita di presidi fissi di cittadinanza attiva. L'unità sarà infine utile anche in caso di emergenze su cui l'associazione viene chiamata ad intervenire. 

 

Condividiamo questo obiettivo con altre quattro importanti associazioni italiane per poter veicolare nelle periferie valori fondamentali come la cultura, ma anche la legalità, la sanità, il rispetto dell’ambiente e della socialità. 

Per questo prendiamo parte ad una campagna di crowdfunding civico con la quale si stanno raccogliendo 360.000€, cifra necessaria per realizzare le 5 unità mobili d’intervento e renderle operative.

Si può donare sul sito www.periferieinazione.it dal 25 maggio al 30 novembre 2016

 

 

 

Pubblicato il09 giugno 2016