Festambiente della Piana


DAL 6 ALL'8 GIUGNO 2014   ARRIVA FESTAMBIENTE DELLA PIANA  TRA DIVERTIMENTO E NOVITA' LA PRIMA EDIZIONE DELL'ECO-FESTIVAL DI LEGAMBIENTE NEL PARCO DELLA PIANA METROPOLITANA  

Dal Rock Contest di Controradio a Paolo Hendel al progetto Stazioni Lunari: tre giorni di concerti e spettacoli all'insegna dell'ecologia 

 

Temi e Dibattiti: al centro il Parco Agricolo della Piana in tutte le sue declinazioni

Birra artigianale, pane a km zero, ortaggi locali: tre serate di degustazioni a tema 

 

Grande cinema a Festambiente della Piana con la collaborazione speciale del Clorofilla Film Festival:titoli da cineteca che evocano le tematiche della prima edizione della festa 

 

Tra le novità : le esplorazioni turistiche di Viaggi e Avventure del Mondo, l'antica arte di lavorare la maglia e l'uncinetto con il gruppo Knit Point Prato ed inoltre Laboratori didatti, mostre, presentazioni di libri e la biciclettata della domenica 

 

INGRESSO LIBERO 

 

Dal 6 all'8 giugno arriva Festambiente della Piana, il festival, dedicato alle tematiche ecologiche, sociali e culturali che si svolgerà nella splendida cornice di Villa Montalvo (comune di Campi Bisenzio), nel cuore della Piana metropolitana. Un'edizione, la prima, che punterà sulle novità ed il divertimento senza mai perdere il filo conduttore che collega tutto ciò alle tematiche ambientali.Tre giorni di convegni, politica, serate a tema, divertimento con concerti e spettacoli, cinema ambientale, attività e laboratori didattici per bambini, ma anche ristorazione bio, bar e degustazioni. L'eco-festival sarà organizzato da Legambiente con la collaborazione e il patrocinio del comune di Campi Bisenzio, di Regione Toscana, Provincia di Firenze e Provincia di Prato e di Cesvot e con il partenariato di UniCoop Firenze e Publiacqua.

 

Una prima edizione che vuole essere testimonianza attiva di quanti valori può evocare e promuovere la Piana a tutta la comunità regionale toscana. Un luogo spesso dimenticato, in cui confinare funzioni sgradite agli altri poli della città metropolitana. E che invece noi vogliamo mettere al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica in vista di un auspicabile riscatto sociale, ambientale e territoriale.Viva il Parco della Piana!”- dichiara Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana.

Da parte nostra – afferma Emiliano Fossi, sindaco di Campi Bisenzio – la soddisfazione e l'orgoglio di poter ospitare la prima edizione di Festambiente della Piana nel parco di Villa Montalvo, luogo che ha una vocazione adatta ad ospitare eventi di tale importanza. Con questa manifestazione viene, inoltre, dato un grande riconoscimento al comune di Campi Bisenzio ed alla Piana spesso conosciuta per aspetti scomodi e negativi sul lato ambientale che però con questo evento si dimostra che ha grandi potenzialità ed elementi positivi da sviluppare”.

Una festa che arriva in un momento cruciale per le decisioni che riguardano il futuro della Piana - dichiara l'assessore regionale Anna Marson – Per quanto mi riguarda rispondo di una procedura pubblica, quella della variante al PIT, che in un percorso riformista avanzato cerca di definire un difficile punto di equilibrio tra le diverse scelte che insistono su questo territorio, con un ruolo importante non solo del consiglio regionale, ma anche dei cittadini. Il Pit prevede infatti l'istituto del dibattito pubblico sul progetto di aeroporto e l'accordo di pianificazione per definire in modo operativo il progetto di parco agricolo della piana con i comuni interessati”. “La capacita' di trasformare la piana da "retro" delle urbanizzazioni che vi si affacciano in "luogo" centrale caratterizzato da specifiche qualità - siamo al centro dell'area più densamente urbanizzata di tutta la Regione – ha detto ancora Marson - e' un banco di prova decisivo per le politiche pubbliche locali, regionali e nazionali, ma anche per le associazioni e i cittadini tutti. Troppo spesso anche nelle rappresentazioni pubbliche si parla di piana solo in funzione dell'aeroporto, come se si trattasse di un vuoto da riempire. La festa organizzata da Legambiente è un modo per tornare sulla Piana non come vuoto da riempire ma come pieno di valori da conoscere, di beni da valorizzare, di territorio agricolo come opportunità, anche occupazionali ed economiche, se lavorato e curato in quanto tale”.

LE TRE SERATE A TEMA

Degustare” è la parola d'ordine delle tre serate di Festambiente della Piana (la sera della birra locale, la sera del pane a km zero e la sera degli ortaggi di qualità). Stand espositivi con prodotti tipici della zona faranno assaggiare spiegando la storia dei loro prodotti. Protagonista della serata di apertura (venerdì 6 giugno) è la degustazione con spiegazione delle birre artigianali toscane prodotte sul luogo il più delle volte, aromatizzate al gusto di prodotti come miele, castagne, etc. Birra, rigorosamente a “km zero” le cui aziende della piana metropolitana lavorano su solidi principi di filiera corta e, alcune, utilizzano orzo coltivato nella zona mentre altre stanno tentando anche la strada del luppolo. Quella del sabato sera, invece, sarà la serata della degustazione con spiegazione dei pani artigianali accompagnati da oli biologici e salse a base vegetale. Anche in questo caso si tratta di valorizzare un prodotto a filiera corta che, nella filosofia di produzione, esce dal prezzo globale di mercato ed è più vicino ad un'economia a misura d'uomo. Ultima, ma non in ordine d'importanza, quella della domenica dedicata alla degustazione degli ortaggi di qualità e verdure fresche di stagione, di conserve e di salse a base di verdure (tutto bio). E per essere in tema domenica (dalle 16 alle 19) con il progetto di Legambiente “Orti in Festa” ci saranno esposizioni e presentazioni di esperienze di orticoltura, orti verticali, piante antiche e piantine di canapa coltivate in Toscana. A seguire, nella stessa giornata, il “Sugheritivo” offerto da Rilegno, il consorzio nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi di legno, aderente a Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi). Riciclare i tappi di sughero? Ai primi cento che lo faranno e porteranno un tappo di sughero per Festambiente della Piana verrà offerto un aperitivo.

 

CONCERTI E SPETTACOLI

La musica e lo spettacolo faranno da cornice ai tre giorni del festival. Si parte venerdì dalle novità dei migliori gruppi emergenti del circuito Rockcontest di Controradio, che riempiranno di energia il palco della prima serata di Villa Montalvo. Tra questi: Violacida (finalisti della ventitresima edizione del rock contest, lp "storie mancate" per l'etichetta rock contest records), Luca Guidi, cantautore livornese vincitore del premio Ernesto De Pascale 2013 (miglior brano cantato in italiano), e Farewell To Hearth And Home, vincitori con il loro folk/wave moderno cantato in inglese dell'edizione 2012 del Rock Contest. La comicità esilarante dell'attore toscano Paolo Hendel, col suo alterego Carcarlo Pravettoni, parodia di un cinico e spietato uomo d'affari, animerà invece il sabato sera di Festambiente della Piana. Domenica gran finale con il fascino e la meravigliosa voce di StefanoCisco” Bellotti (già voce dei Modena City Ramblers) e di Francesco Magnelli (pianista, compositore e arrangiatore italiano) nell'ambito del progetto culturale itinerante “Stazioni Lunari”.

 

CONVEGNI

Tre giorni di convegni e dibattiti in cui i temi spazieranno dalla prevenzione del rischio idrogeologico alla lotta al consumo di suolo, dalle reti ecologiche connesse al “Parco” della Piana fino all’implementazione di una forte connotazione agricola per il nuovo Parco. Venerdì (ore 10.00/13.00 Limonaia), si svolgerà il convegno nazionale dal titolo "Pensiamoci prima - Dall'intervento in emergenza ad una cultura diffusa della prevenzione del rischio idrogeologico". Alle ore 16.00 sempre nello spazio della Limonaia si parlerà di "Una Piana da vivere – Scenari e i progetti per un governo del territorio inclusivo e partecipato" sempre all'interno di un convegno nazionale. Sabato (ore 10.00/13.00, Limonaia) saranno affrontati temi interessanti anche all'interno del convegno nazionale "La Piana è un Parco! - Dalle reti ecologiche in ambito metropolitano una proposta di sviluppo sostenibile locale" (nel corso dei lavori verrà presentata anche la pubblicazione della Provincia di Prato “Seguendo il percorso dell'acqua - Il progetto LIFE SCI d'acqua per la conservazione di specie di interesse comunitario nella Piana dell'Arno e sull'Appennino tosco-emiliano”). Sempre lo spazio Limonaia nel pomeriggio di sabato (ore 16.00/19.00) ospiterà il convegno nazionale dal titolo: "Pane Nostro - La sfida del Parco Agricolo per produrre cibo e ambiente di qualità" (nel corso dei lavori del convegno verrà presentato anche il libro di Legambiente, "La terra che vogliamo - Il futuro delle campagne italiane", Edizioni Ambiente).

 

CLOROFILLA FILM FESTIVAL

Grande cinema a Festambiente della Piana con la collaborazione speciale del Clorofilla Film Festival: titoli da cineteca che evocano le tematiche della prima edizione della festa. Venerdì 6 giugno (ore 21.30, Limonaia) Clorofilla Film Festival con la proiezione di "Berlinguer ti voglio bene" (G.Bertolucci, 1977) con gli amici di Carlo Monni. Sabato 7 giugno (ore 21.30, Limonaia) Clorofilla Film Festival con proiezione di "Terra Madre" (E.Olmi, 2006) in collaborazione con Slow Food Toscana. Domenica 8 giugno (ore 21.30, Limonaia) Clorofilla Film Festival conn la proiezione di "La nostra vita" (D. Luchetti, 2010), alla presenza di Don Andrea Bigalli (Coordinatore di Libera Toscana).

 

LABORATORI DIDATTICI, MOSTRE E PRESENTAZIONI LIBRI

Saranno ospitati all'interno della Festa laboratori didattici di assaggio, di costruzione e di manualità organizzati dagli educatori di Legambiente per dare ai più piccoli la possibilità di sperimentare e di giocare in maniera divertente. L'associazione Cocomeri in salita, nei tre giorni del festival, realizzerà un'installazione/laboratorio permanente intitolato: "Il parco della Piana: giardino in miniatura" in cui tutti potranno partecipare portando materiale naturale e di recupero oppure piantine da casa per creare un giardino in miniatura che rappresenti la Piana tra Firenze e Prato. Con Publiacqua nella mattinata di sabato (1 laboratorio ogni ora) verrà spiegata la potabilizzazione dell'acqua attraverso alcuni esperimenti dimostrativi che raccontano quali sono i processi a cui viene sottoposta l’acqua nei principali impianti presenti sul territorio prima di arrivare nei rubinetti delle nostre case. Coop (partner della manifestazione) porterà all'interno di Festambiente della Piana il suo progetto “Orsù – Orti in terrazza” che permetterà ai bambini di poter osservare e sperimentare direttamente la coltivazione degli orti ed imparare a riconoscere le varie piante officinali e curative da quelle tossiche e mortali; oppure scoprire i fiori più strani e rari attraverso le varie attività didattiche. Seguiranno altri laboratori didattici con InZuppa, Coop e Slowfood. Inoltre, Domenica 8 giugno (ore 10.00/14.00, Pratone di Villa Montalvo) avverrà l'esercitazione dimostrativa di Legambiente e Protezione Civile in tema di salvaguardia e messa in sicurezza dei beni culturali mobili. Sabato (ore 12.00, Sala Nesti) ci sarà la presentazione del libro di A. Magnaghi, F.Sala, "Il territorio fabbrica di energia", Wolters Kluwer editore. Nella stessa giornata (ore 19.00, Sala Nesti) Sergio Staino presenterà il libro di Paolo Hendel “Carcarlo Pravettoni – Come truffare il prossimo e vivere felici …”, Edizioni Mondadori. Sarà naturalmente presente l’autore! Domenica (ore 12.00, Sala Nesti) verrà presentato al pubblico il libro di S. Beccastrini, "C'era una volta il lavoro - I lavoratori di Toscana sullo schermo del cinema", Aska Edizioni- (In collaborazione con Legambiente e CGIL Toscana).

 

IN BICI A SPASSO PER LA PIANA

Nella mattinata tutti a percorrere il tratto la Querciola-Focognano-Villa Montalvo “In bici a spasso per la Piana” con happening finale e panini per tutti! Dal Parco della Querciola a Sesto Fiorentino alla scoperta delle aree di interesse faunistico della Piana. Sarà un modo per far conoscere o riscoprire le aree protette per la riproduzione di specie migranti che nidificano proprio nella piana fiorentina come anche all'Oasi di Focognano, zona protetta del WWF. Dedicata alla valorizzazione della bicicletta come mezzo di trasporto. L'altro percorso interesserà la bellissima location delle Cascine di Tavola, presentazione storico-naturalistica della Villa e delle sue particolarità che all'epoca coniugavano diletto, commercio e agricoltura; è presente sul luogo una parte del bosco che ricopriva tutta la piana alluvionale in tempi storici. Di interesse anche per il birdwatching. A seguire percorso verso Villa Montalvo.

 

TRA GLI EVENTI OSPITI DI FESTAMBIENTE DELLA PIANA:

Venerdì pomeriggio, ospiti nella sala Nesti, ci saranno le proiezioni delle esplorazioni turistiche di Viaggi e Avventure del Mondo. L'associazione che attraverso studi, ricerche ed un continuo e accurato aggiornamento su guide, riviste nazionali ed estere ha messo a punto progetti e programmi per la diffusione e la divulgazione del viaggio inteso come strumento unico di conoscenza e di arricchimento dell'uomo. Sempre nella stessa giornata, (sala Nesti,ore 17.00), si svolgerà l'incontro sul tema: “Mobilità giovanile e Volontariato Europeo: Opportunità ed Esperienze con Legambiente”, con la partecipazione attiva dei ragazzi del Servizio Volontario Europeo che ha l'obiettivo di illustrare le opportunità del nuovo programma europeo ERASMUS+ attivo nel settennato 2014-2020 soffermandosi sui progetti di Youth exchange, EVS (European Voluntary Service),Youth workers mobility. Seguirà l'incontro sul Cohousing organizzato da Alterecoh e Cohousing Toscana. Sabato alle ore 16 il gruppo “Knit Point Prato” a Festambiente della Piana organizzerà un punto di ritrovo scambiando idee, saperi e trucchi della maglia, uncinetto, ricamo, macramè e delle altre invenzioni creative. Sabato (ore 18.00) e Domenica (ore 11.00) per gli appassionati della natura ci sarà la visita guidata alla scoperta degli alberi monumentali di Villa Montalvo, in collaborazione con “A scuola dagli alberi”.

 

LE BUONE PRATICHE DEL FESTIVAL

All'interno del festival viene realizzata la raccolta differenziata dei rifiuti, i prodotti alimentari sono biologici, tipici e a kmzero, l'acqua utilizzata è quella pubblica e le emissioni dell'evento vengono azzerate attraverso Azzeroco2 tramite un'opera di riforestazione.

 

Un vero e proprio villaggio ecologico, dunque, quello “ricreato” a Villa Montalvo, dove anche Enti pubblici, Consorzi ed Aziende private avranno l’opportunità di comunicare esperienze e progetti significativi in campo ambientale e nel settore dei prodotti biologici e tipici di qualità, commercializzare i propri prodotti, ma anche conoscere con un pubblico selezionato modi diversi di sviluppo sostenibile.

 

Per info: http://festambientepiana.legambientetoscana.it/

Ingresso libero ore 10-24. #pianainfesta

 

 

 

*********************************************************
Ufficio Stampa Legambiente Toscana
tel. 0556810330 - cel. 3473646589

e mail: ufficiostampa [at] legambientetoscana [dot] it (ufficiostampa [at] legambientetoscana [dot] it)
web: http://www.toscana.legambiente.it

Pubblicato il03 giugno 2014