Festambiente della Piana: tre giorni di successi e partecipazione!


 

DAL 6 ALL'8 GIUGNO 2014

 

FESTAMBIENTE DELLA PIANA

SI CHIUDE OGGI LA PRIMA EDIZIONE DELL'ECO-FESTIVAL DI LEGAMBIENTE NEL PARCO DELLA PIANA, TRA ECOLOGIA, CULTURA E SOCIALITA'

 

Fausto Ferruzza: “Un ottimo inizio! Oltre 5.000 persone nella tre giorni, con dibattiti sempre piu' partecipati e pienone sia nella performance di Hendel che nella cineteca della Limonaia. Possiamo ben dire che un'altra Piana è possibile!"

 

 

Si chiude oggi Festambiente della Piana che ha festeggiato la sua prima intensa edizione all'insegna dell'ecologia, della cultura e della socialità senza perdere mai di vista il tema conduttore del festival: il Parco della Piana, in tutte le sue declinazioni e in tutta la sua bellezza. Protagonista il Parco agricolo della Piana, dunque, le cui problematicità ed i punti di forza sono stati sviscerati in ogni apetto nei quattro convegni che hanno visto la presenza di numerose autorità nazionali come Erasmo D'Angelis, capo unità di missione sulla prevenzione del rischio idrogeologico - preisdenza del Consiglio dei Ministri, o regionali come l'assessore al Governo del Territorio e Paesaggio della Regione Toscana Anna Marson e l'assessore all'Ambiente della Regione Toscana Anna Rita Bramerini, oltre ovviamente al sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi che ha ospitato la manifestazione, al vicepresidente nazionale di Legambiente Edoardo Zanchini e al presidente di Legambiente Toscana Fausto Ferruzza.

 

Ed è proprio Fausto Ferruzza che così commenta la festa: “Si dimostra che possiamo promuovere da qui, dal cuore del Parco della Piana, valori e contenuti positivi. Finalmente, riusciamo a dimostrare che si possono avvicinare le persone con proposte inclusive e partecipate, senza perdere niente sul piano vertenziale e politico. La socialità non solo come strumento, ma anche come obiettivo di una nuova cittadinanza attiva!”

 

Il festival ha visto sfilare tanti ospiti: dagli artisti emergenti come Violacida, Luca Guidi, e Farewell To Hearth And Home del circuito del Rock Contest di Controradio a nomi estremamente famosi, come l'attore toscano Paolo Hendel che ha portato in scena il suo alterego “Carcarlo Pravettoni” ed il disegnatore satirico Sergio Staino. E per chiudere stasera le splendide voci di Stefano “Cisco” Bellotti e Francesco Magnelli.

 

La risposta del pubblico è stata molto soddisfacente e non ha deluso le aspettative. I visitatori e gli abitanti della zona e non solo hanno apprezzato la manifestazione partecipando alle varie iniziative ed eventi del festival tra convegni, presentazioni di libri, ecomercato, cinema con il Clorofilla Film Festival e spettacoli ma sopratutto hanno potuto degustare prodotti bio ed a kmzero della zona come le birre artigianali, il pane locale e gli ortaggi di qualità. Grande partecipazione anche delle famiglie che hanno permesso ai loro bambini di poter giocare e sperimentare con i tanti laboratori didattici e di educazione ambientale organizzati dagli educatori di Legambiente e da altre associazioni come Cocomeri in Salita, Inzuppa e Slowfood. Sempre i più piccoli hanno potuto apprendere giocando con progetto di Coop “Orsù – Orti in terrazza” e gli esperimenti dimostrativi di Publiacqua sulla potabilizzazione dell'acqua.

 

Il successo della festa è stato confermato anche dalla partecipazione alle novità come l'esercitazione dimostrativa di questa mattina organizzata da Legambiente e Protezione Civile in tema di salvaguardia e messa in sicurezza dei beni culturali mobili. Oppure la visita guidata alla scoperta degli alberi monumentali di Villa Montalvo in collaborazione con “A scuola dagli alberi” o la biciclettata a spasso per la Piana. Nella tre giorni tanti sono stati gli eventi green come ad esempio la dimostrazione del gruppo “Knit Point Prato” che a Festambiente della Piana ha organizzato un punto di ritrovo scambiando idee, saperi e trucchi della maglia, uncinetto, ricamo e delle altre invenzioni creative.

 

Il festival è stato oraganizzato nel rispetto di tutte le buone pratiche. All'interno del festival è stata realizzata la raccolta differenziata dei rifiuti, i prodotti alimentari biologici, tipici e a kmzero, l'acqua utilizzata è stata quella pubblica e le emissioni dell'evento sono state azzerate attraverso Azzeroco2 tramite la piantumazione di nuovi alberi.

 

Un vero e proprio villaggio ecologico, dunque, quello “ricreato” a Villa Montalvo, che ha permesso a tutti di partecipare alle varie attività unendo il divertimento all'ecologia, alla cultura e alla socialità.

 

L'eco-festival Festambiente della Piana è stato organizzato da Legambiente con la collaborazione e il patrocinio del comune di Campi Bisenzio, di Regione Toscana, Provincia di Firenze e Provincia di Prato e di Cesvot e con il partenariato di UniCoop Firenze e Publiacqua.

 

Media partners: Controradio, Firenze Spettacolo, FUL, Green Report, Lungarno, Metropoli, La Nuova Ecologia, Piana Notizie, Te la do io Firenze, Toscana Tascabile.

 

Per info: http://festambientepiana.legambientetoscana.it/ - #pianainfesta

 

 

Pubblicato il09 giugno 2014