Puliamo il Mondo 2015 in Toscana!


 

PULIAMO IL MONDO 2015

 

In Toscana hanno partecipato quasi 10.000 persone in 116 comuni.

I volontari hanno ripulito 200 località dai rifiuti abbandonati: è il bilancio della

più grande campagna di volontariato ambientale, organizzata in Italia da Legambiente

 

Ambientalismo sociale e accoglienza

i temi portanti dell'edizione toscana 2015

 

Puliamo il mondo” non è un’impresa per pochi. Ecco perché, nel week-end appena trascorso, quasi 10 mila  volontari, di cui la maggior parte studenti, hanno preso parte alla più grande campagna internazionale di volontariato ambientale, organizzata in Italia dal 25 al 27 settembre da Legambiente, in collaborazione con la Rai. Nella tre giorni di Puliamo il Mondo, ma anche nei giorni precedenti, cittadini, associazioni, studenti ed aziende, muniti di guanti e ramazza, in oltre 200 località dislocate in 116 comuni hanno liberato strade, piazze, parchi e litorali da ogni genere di rifiuti abbandonati e rottami, restituendo agli spazi urbani e alle aree verdi ordine, decoro e bellezza. Tra i rifiuti raccolti tanti oggetti di plastica, ma anche cartacce, bottiglie, rottami di ogni tipo. Giunta alla 23esima edizione, Puliamo il Mondo è un appello alla socialità, all’attivismo, al senso civico e alla collaborazione, ma anche alla bellezza, che deve tornare a essere il tratto distintivo delle nostre città e del territorio toscano.

 

“Liberiamo dai rifiuti e dall'indifferenza i centri storici e le periferie delle nostre città. Con questo intento, si è svolta la XXIII edizione di Puliamo il Mondo perché viviamo in città straordinarie, ricche di bellezza, storia, tradizioni, e liberarle dai rifiuti è un piccolo gesto che, se fatto da molti, può avere un grande peso e farci anche apprezzare con maggiore consapevolezza il tesoro di cui siamo custodi. Il filo conduttore della campagna in questa edizione è stato l'ambientalismo sociale, la partecipazione, l’accoglienza e su questi temi infatti si sono svolte le principali iniziative, che hanno visto l’adesione straordinaria di moltissimi profughi e richiedenti asilo …”– lo dichiara Fausto Ferruzza, Presidente di Legambiente Toscana.

 

Nella nostra regione, con il patrocinio della Regione Toscana e il partenariato della Rai sono state tante le iniziative ma tre le principali. Venerdì 25 si è svolta la giornata dedicata alle scuole nel comune di Calenzano (FI), all'interno della Festa dell'Ambiente con gli alunni dell’Istituto Comprensivo di  Settimello, coi profughi ospitati dal Centro di Accoglienza della Caritas e con la collaborazione dei volontari di Legambiente Toscana, della VAB e i lavoratori della Quadrifoglio, puliranno il Parco di Travalle.

 

Puliamo il Mondo ad Arezzo è stato realizzato invece il 26 settembre, con la collaborazione di Comune di Arezzo, Sei Toscana, CESVOT e Corpo Nazionale Giovani esploratori ed esploratrici – CNGEI, Associazione Culturale Bangladesh, Il Velocipede onlus, Associazione Castelsecco, Fabbrica del Sole onlus. Sono state tre le aree di intervento: la mattina con un edizione scolastica di Puliamo il Mondo, legata al terreno degli orti scolastici. Nel pomeriggio, invece, la zona di riferimento è stata  quella del Pantano (sentieri per San Cornelio, Pista ciclabile lungo il Bicchieraia) in cui le associazioni stanno portando avanti da un anno un bellissimo progetto di Orti urbani a uso sociale, un esempio di lavoro condiviso fra persone con esperienze, abilità e competenze diverse. L'intento della manifestazione infatti è stato di puntare l'attenzione dei cittadini sul parco archeologico di Castelsecco, per il valore culturale e territoriale di estrema importanza. Con i ragazzi scout sono stati fatti dei gruppi di lavoro impegnati in azioni di pulizia, ma soprattutto di piccola manutenzione lungo i sentieri e anche all'interno degli orti (preparazione di cartellonistica ecologica per San Cornelio, pittura del cancello degli Orti e dell'Off grid box per la produzione di energia elettrica, lavori di sistemazione del casottino degli attrezzi, preparazione dell'orto invernale, ecc.).

 

Domenica 27 invece, in Lunigiana, cavalieri e amici della scuderia dell'agriturismo Il Picchio Verde hanno percorso le strade di campagna della Valle del Deglio nel cuore del bosco, a caccia di microdiscariche. I ragazzi adolescenti, ospiti della Comunità Casa di Bastian di Villafranca in Lunigiana e gli operatori di Coopselios, insieme ai soci di Legambiente Lunigiana hanno pulito la Valle fino a dove non può arrivare il cavallo. Nella stessa giornata il circolo di Pistoia, con la collaborazione dei bambini down dell'associazione Il Sole, degli scout Agesci ha organizzato la pulizia degli argini dell'Ombrone da Pontelungo a Gello.

 

I NUMERI

In totale sono stati 116 i comuni partecipanti sui 280 comuni toscani. Firenze (con 23 comuni su 44, 52%), Prato (6 comuni su 7, 85%), Livorno (60%, 12 comuni su 20), Siena (50%, 18 comuni su 36) e Pistoia (10 comuni su 22, 45%) si sono confermate province capofila. Ampia la partecipazione anche nella province di Pisa (18 comuni su 39, 46%). Seguono le province di Arezzo (23%, 9 comuni su 39), di Grosseto (7comuni su 28, 25%), di Lucca (31%, 11 comuni su 35) e Massa Carrara, dove solo tre comuni su 17 (18%) hanno dichiarato la loro adesione. A questi, si devono aggiungere i circoli di Legambiente, gli istituti scolastici ed alcune aziende come Ascit S.p.A. o Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord. Oltre alla partecipazione dei comuni che, nonostante la crisi economica, posizionano la Toscana tra le prime regioni in Italia per numero di adesioni, sono state moltissime le classi di ragazzi delle scuole primarie e secondarie che hanno preso parte alle attività promosse dalla campagna di Legambiente. Sono state ripulite oltre  200 aree disseminate in tutto il territorio regionale con la partecipazione di quasi 10 mila volontari in tutta la Toscana.

 

Un week-end davvero green dove ognuno di noi, nel suo piccolo, può diventare il protagonista della bellezza del Paese e il custode di un territorio meraviglioso, troppo spesso sfregiato dall’incuria, dall’abbandono e, nei casi più gravi, dall’ecomafia.

 

 

Ufficio stampa Legambiente Toscana – 055.6810330 / 347.3646589

Per maggiori informazioni: www.puliamoilmondo.it, www.legambiente.it

 

 

Puliamo il Mondo, con il patrocinio di Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, UPI (Unione Province Italiane), Federparchi, Uncem (Unione Nazionale Comuni, Comunità, Enti Montani), Unep (Programma per l'Ambiente delle Nazioni Unite).

In collaborazione con Anci, Fiseassoambiente e Utilitalia. Con il contributo e la partecipazione di Snam Rete Gas, Caes, Ecodom, EcoTyre, Hankook. Media partner: Rai, La nuova ecologia. Webpartner: e-gazzette.it, Portale rifiuti speciale, Stile Naturale

Pubblicato il28 settembre 2015