Sudamerica, Africa, Europa e Asia: il volontariato senza confini di Legambiente


La lista completa dei campi di volontariato all’estero e le modalità di partecipazione sono consultabili sul sito: www.legambiente.it

“Lavorare come volontari nella manutenzione e gestione del territorio per accrescere la consapevolezza sociale dell'impatto delle nostre azioni e cercare di sensibilizzare i cittadini di tutto il mondo verso un corretto uso delle risorse naturali”. E' questo il manifesto che guida la campagna dei campi di volontariato all'estero, organizzati dall’Alliance of European Voluntary Service Organisations, il network mondiale di volontariato, di cui Legambiente è membro dal 1997.

Sono centinaia le proposte, aperte tutto l’anno e rivolte a ragazzi, adulti e famiglie che vogliano cimentarsi in un'esperienza di volontariato, oltre i confini nazionali, all'insegna del turismo responsabile, dello sviluppo sostenibile e dell'interculturalità.

 

I campi spaziano su un’ampia scelta di iniziative e centinaia di destinazioni in Europa, America, Asia e Africa. Si potrà partecipare alla conservazione del sito archeologico di Chan Chan in Perù, nominato patrimonio mondiale dell'Unesco, o alla tutela dell'ambiente con iniziative in aree naturali in Spagna, Germania, Turchia. Ancora, si potrà prendere parte all’organizzazione delle feste locali della tradizione giapponese o contribuire al mantenimento delle celebri Terrazze di riso della Cordigliera filippina insieme al popolo Ifugao che da generazioni tramanda questa antica tecnica agricola.

 

Il trait d’union delle iniziative di quest’anno è la lotta ai cambiamenti climatici che come tema trasversale entrerà in tutti i progetti, con attività di educazione, formazione e sensibilizzazione al cambiamento climatico in atto e alla necessità di dare una risposta adeguata, a partire da modelli di sviluppo e stili di vita sostenibili, secondo quella che è la missione della rete internazionale del volontariato.

 

"Sostenibilità e giustizia climatica sono tra le nostre priorità”, scrive in una nota congiunta la rete internazionale dell’Alliance. “Il nostro movimento contribuisce con azioni e campagne a fronteggiare e prevenire le catastrofi connesse al cambiamento climatico e all'uso delle risorse, quali la crisi climatica, i rifugiati, le malattie e i conflitti”.

Attività che oggi si caricano di nuovo significato in attesa della Conferenza sul clima di Parigi 2015, quando la comunità internazionale sarà chiamata ad assumere nuovi, vincolanti impegni per ridurre le emissioni globali di CO2 e mantenere il cambiamento delle temperature sotto i 2 °C.

 

"Chiediamo a tutti i volontari e alle organizzazioni – prosegue la nota – come membri della società civile attiva di far sentire la propria voce e spingere insieme le istituzioni nazionali e internazionali perché raggiungano questa storica conquista, partecipando e promuovendo le nostre azioni di quest'anno, come l'assemblea generale, per presentare una azione comune il prossimo dicembre a Parigi".

 

I campi sono aperti ai ragazzi a partire dai 16 anni, agli adulti senza limiti di età e alle famiglie e richiedono una conoscenza di base della lingua inglese. La durata di permanenza nel campo varia da 7 a 15 giorni, con alcuni progetti di durata anche maggiore, e prevede in media 30 ore di lavoro settimanale, mentre il tempo libero sarà dedicato all’esplorazione del territorio e alla scoperta della cultura e delle tradizioni del luogo.

 

La lista completa dei campi di volontariato all’estero e le modalità di partecipazione sono consultabili sul sito: www.legambiente.it

Pubblicato il19 maggio 2015