Economia


“La scelta a cui siamo chiamati non è tra salvare l’ambiente o l’economia ma tra prosperità o declino”.
Così il presidente americano Obama ha presentato il 22 aprile 2009, data dell’Earth day, il piano energetico Usa. Il progetto prevede una sterzata verso le rinnovabili, con l’obiettivo di generare entro il 2030 il 20% del fabbisogno energetico attraverso l’eolico, creando in questo comparto 250mila posti di lavoro. Tra i capitoli c’è la creazione di una smart grid per distribuire l’energia da rinnovabili, la riqualificazione energetica degli edifici pubblici e il sostegno all’industria automobilistica ‘verde’. Insomma, la recessione ha ottenuto il risultato di sdoganare un’idea che sembrava appartenere ai soli ambientalisti: abbattere le emissioni, oltre che doveroso sotto il profilo etico, fa bene all’economia. Diversi Paesi hanno scelto di qualificare nella direzione dell’efficienza il proprio pacchetto di aiuti anticrisi. La percentuale d’incentivi destinati per esempio dalla Cina è del 37,7%. La Corea del Sud nei settori low carbon ha addirittura stanziato l’81% dei fondi. L’Ue sta al passo col 59%, mentre fra gli Stati membri è la Francia a guidare il gruppo con il 21%, in coda l’Italia ferma all’1%.

Ma bastano queste cifre per dire che l’economia mondiale si sta riconvertendo all’ecologia? L’asticella è stata sistemata da Nicolas Stern, l’economista inglese che ha quantificato il costo del global warming: se vogliamo salvare il Pianeta, ed evitare il tracollo delle economie, almeno il 20% della spesa pubblica mondiale deve finanziare il passaggio all’economia a basse emissioni. A rinnovabili e trasporti sostenibili deve andare il 4% del Pil mondiale. In cima alla lista degli interventi che garantiscono miglior tempistica, maggiori ricadute sociali e più posti di lavoro, c’è l’efficienza energetica negli edifici.

19 Nov 2016
La rivoluzione copernicana dell’economia civile prende sempre più avvio e trova il suo centro nevralgico in Campi Bisenzio, a pochi chilometri da Firenze. Il comune toscano, oltre ad aver ospitato e promosso il Festival dell’Economia Civile (insieme a Legambiente, Scuola di Economia Civile e Anci Toscana con il patrocinio della...
17 Nov 2016
C’è un’Italia che va oltre la crisi e riparte dall’economia civile. Una nuovo tipo di economia partecipativa, solidale ed ecologica, che piace e convince, al centro del primo Festival dell'Economia civile inaugurato oggi a Campi Bisenzio, a pochi chilometri da Firenze. La cittadina toscana, fino a sabato 19...
15 Nov 2016
Partirà dal cuore della Toscana, a Campi Bisenzio, a pochi chilometri da Firenze, la prima edizione del Festival dell'Economia civile in programma dal 17 al 19 novembre. Una rassegna pensata per parlare e confrontarsi su un nuovo tipo di economia, che sta prendendo sempre più piede nella Penisola. Un'economia civile...
30 Ott 2016
C’è molto da fare ma ci sono tutte le condizioni per farlo al meglio: parte da Campi Bisenzio la sfida per un mondo migliore, un futuro più giusto e una migliore qualità della vita. Il 17 novembre si aprono i cantieri dell’economia civile, per sperimentare concretamente una economia nuova, i cui attori sono in...
12 Apr 2016
Gli 89 comuni dell’Associazione Comuni Virtuosi hanno risposto all’invito di Legambiente e aderito alla staffetta dei sindaci per il Sì al referendum del 17 aprile, promossa dall’associazione ambientalista. L’obiettivo di questa staffetta, al vigilia del referendum sulle trivellazioni in mare entro le 12 miglia,...
19 Ott 2015
E’ stata presentata questa mattina l’edizione 2015 di Novo Modo – Responsabilità di tutti, che si terrà a Firenze presso l’ Auditorium di Sant’Apollonia da venerdì 23 a domenica 25 ottobre. Ambiente, società, economia, legalità: Novo Modo si propone anche in questo secondo...
14 Ott 2014
  Dialogare e riflettere insieme per provare a ridisegnare il futuro: è questo l’obiettivo forte, determinato, ambizioso che si pongono i promotori e organizzatori dei tre giorni di incontro di Novo Modo – responsabilità di tutti, in programma dal 17 al 19 ottobre a Firenze. La volontà dichiarata degli...
13 Mag 2014
Una conversione ambientale “inconsapevole” fa ottenere all’Italia la leadership nelle trasformazioni green dell'economia superando la Germania, tradizionalmente considerata il campione in questo settore. Nel 2014 la Penisola emerge nettamente, sotto tutti i profili, come un Paese che consuma meno risorse, meno energia e...
11 Apr 2014
«L’Italia che resiste è quella che si sforza di non perdere il senso di appartenenza e l’orgoglio per questo Paese di grande e sterminata bellezza». Francesco De Gregori   La bellezza è la principale caratteristica che il mondo riconosce all’Italia. La nostra dote, la nostra ricchezza....
16 Mag 2013
 Bioeconomia: un futuro per Firenze e per la Toscana Venerdì 17 maggio - h 9,30 -13,30Firenze, Fortezza da Basso, sala Palazzina LoreneseNell'ambito della manifestazione Terra Futura 2013  L’evento a Terra Futura: una serie di brevi incontri con riprese in diretta streaming sul canale di Chimica Verde (link www.ustream.tv/channel/...